CHIANTO e … RISATE

CHIANTO e … RISATE

venerdì 31 maggio ore 21:00

Chianto e... Risate
 
scritto da Zezi Teatro 
 
Regia Bruno Senese
assistente alla regia Giusy Cosentino
Foto Sabatino Falzarano
 
 
con
Ciro Carola
Gerardo Carola
Biagio Cerbone
Alessandra Coccia
Fiorentina Di Palma
Pasquale Di Vaia
Giuseppe Manna
Vittorio Manna
Antonio Mattiello
Salvatore Provenzano
Giacomo Ruggiero
Loredana Russo
Aurora Senese
Bruno Senese
 

 

CHIANTO e … RISATE di ZEZITEATRO nasce nel 2021 dopo innumerevoli esperienze sulla tradizione del teatro popolare e sui fatti della vita quotidiana che “coinvolge e stravolge” tutti.

Dopo le iniziali messe in scena, lo spettacolo è stato arricchito continuamente fino alla versione ultima della primavera 2022.

Dal “chianto” della tradizione locale, si arriva alla “brutalità” di questi giorni che lascia molti perplessi sul futuro di tutti: bambini, giovani, donne, uomini, lavoro, scuola e tutto quello che succederà domani.

 

BIOGRAFIA

Gli 'E Zezi - Gruppo Operaio sono un gruppo musicale napoletano formatosi verso la metà degli anni settanta con l'intento, espresso più volte dai suoi fondatori, di comporre una visione della musica popolare diversa da quella della "classe borghese".

Nel 1974 un gruppo di operai, artigiani e studenti si uniscono e danno vita al primo nucleo del gruppo. Fin dall'inizio lo scopo del gruppo è quello di aggregare esperienze e vissuti dell'entroterra napoletano intorno ad un progetto comune di riscatto sociale attraverso le arti.

Nell'entroterra del napoletano, e in particolare a Pomigliano d'Arco, infatti secondo il gruppo, si condensano tutti i paradossi creati dalla forzata industrializzazione delle culture contadine ivi presenti.

Il culmine di questo paradosso è rappresentato dalla "fabbrica", ovvero dalla ormai storica Alfasud di Pomigliano, simbolo delle promesse di un rilancio socioeconomico del Mezzogiorno.

Il primo disco è del 1975 e si intitola non a caso Tammurriata dell'Alfasud uscito con l'etichetta I dischi del sole e nel quale figura come "suonatore" anche un giovanissimo Daniele Sepe.

Il gruppo operaio dei Zezi ha visto l'avvicendamento di più di duecento musicisti intorno allo zoccolo duro dei fondatori (Angelo e Antonio de Falco, Pasquale Terracciano, Massimo Mollo, Matteo D'Onofrio, Marcello Colasurdo, Marzia Del Giudice, Ciro De Cicco, Pasquale De Cicco, eccetera...), a cui si unirono dal 1976, Patrizio Esposito e Gloria Bova, con il cui contributo il gruppo si aprì al teatro di strada sulle orme di Augusto Boal, affrontando temi di impegno politico e sociale. Al Festival di Interdrama a Berlino nel 1977, con uno spettacolo di denuncia sulla fuga di Kappler, si affiancò un giovane Enzo Gragnaniello con la sua chitarra.

Dopo quasi vent'anni il gruppo ha pubblicato il secondo album, Auciello ro mio, Posa e sorde. Prodotto dalla Tide Records di Enrico Capuano

Negli anni a venire 'E  hanno dato vita ad un fenomeno "culturale" e non solo musicale che ha abbracciato anche il campo delle arti visive e del teatro con le esperienze di "Zezi Teatro" o con le "Mostre fotografiche itineranti".

 

 

 

 

ORARI
ore 21:00

BIGLIETTI
12€ posto unico

 

VAI ALLA BIGLIETTERIA