Doppio Sogno XXI Edizione| LA VITA NUDA

Doppio Sogno XXI Edizione| LA VITA NUDA

giovedì 22 luglio ore 20.30 - VILLA PIGNATELLI

 LA VITA NUDA

regia Alfonso Postiglione

una produzione TEATRO DI NAPOLI e MAD ENTERTAINMENT

produttore esecutivo MOSAICON FILM

Italia - 2021 - 105 min.

Introducono il regista Alfonso Postiglione e Rosario Gallone, co-fondatore e docente della Scuola di Cinema Pigrecoemme


 

I filosofi hanno il torto di non pensare alle bestie e davanti agli occhi di una bestia crolla, 
come un castello di carte, qualunque sistema filosofico 

Luigi Pirandello 

La vita nuda non è teatro, ma lo attraversa per andare poi a definirsi all’interno di una cornice audiovisiva. Una sorta di  film-drama, al cui centro alcune pirandelliane novelle per un anno. Cinque storie, per ventitre personaggi, per sette attori.  Arte come grande risorsa e al tempo stesso mera illusione dell’uomo, suo rapporto ossessivo con la morte, visione post umana della vita, alcuni dei temi in gioco. Tra le maglie del discorso, fanno capolino alcuni animali, latori di una memoria  ancestrale, di uno stato puro del pensiero, che l’uomo moderno, forse, non è più capace di cogliere. 

La stesura delle Novelle per un anno di Luigi Pirandello ha accompagnato tutta l’esistenza di scrittore dell’autore  siciliano. Il suo progetto ambizioso era di scriverne trecentosessantacinque, una per ogni giorno dell’anno. Si fermò a  duecentocinquantasei, facendone, oltre che summa del suo percorso autoriale, una silloge di racconti paragonabile solo  a notevoli precedenti come il Decamerone, le Mille e una notte o i Cunti di Basile. 

L’universo novellistico pirandelliano, dal valore letterario incalcolabile, ha un carattere cangiante e plurimo. In più di  quarant’anni di scrittura ininterrotta, si assiste al sorgere e al tramontare di motivi narrativi negli ambienti più vari.  Dalla Sicilia ancestrale del primo periodo, ai racconti urbani e borghesi del periodo romano, fino ai titoli più visionari  degli ultimi anni, testimoni di uno sguardo più rarefatto sull’esistenza.

Pirandello cala lo scandaglio della sua arte nelle profondità della più mutevole umanità, dragando deciso i fondali della  storia e dell’esistenza. L’opera completa dell’autore siciliano, infatti, precorritrice della crisi dell’uomo moderno, si fa  ancora oggi efficace per poter affrontare l’attuale crisi dell’umano. Il racconto breve è un genere letterario – per dirla  con Calvino – proprio dei momenti di transizione nella controversa storia culturale dell’uomo. La novella va all’essenza  dei conflitti, condensandoli e raccontandone spesso “l’ultimo passo” e sono aspetti, questi, che condivide con la  tragedia classica. Andare dunque col teatro alle novelle, significa darsi la possibilità di spolpare le vicende fino all’osso;  spogliare la vita gettando nudi, i suoi contrastati personaggi, nell’agone drammatico. 

La vita nuda, La toccatina, Il pipistrello, Volare, La rallegrata, uno stralcio de La trappola, le novelle selezionate e  adattate per la drammaturgia del progetto. 

È lo sguardo post-umano di Pirandello che guida questa selezione di storie da vera commedia umana alla Balzac.  Quello sguardo che criticando l’antropocentrismo narrativo guarda all’uomo come uno zoologo osserva gli animali, un  entomologo gli insetti, recuperando quella distanza “umoristica” cara allo scrittore siciliano. Un “bestiario” ferocemente  umano, a cui il teatro è pronto a dar voce e luce. 

Alfonso Postiglione 


LA VITA NUDA 
da alcune Novelle per un anno di Luigi Pirandello 
Drammaturgia Antonio Marfella, Dario Postiglione e Alfonso Postiglione 
Regia Alfonso Postiglione 
con Chiara Baffi, Marta Cortellazzo Wiel, Giandomenico Cupaiuolo, Gennaro Di Biase,  
Fabiana Fazio, Flavio Francucci, Lorenzo Parrotto 
Scene Iole Cilento e Porziana Catalano 
Luci Angelo Grieco 
Costumi Giuseppe Avallone 
Sculture ossee Luca Arcamone 
Musiche Paolo Coletta 
Movimenti scenici Sara Lupoli 
Aiuto regia Serena Marziale 
Assistente ai costumi Carmen Falanga 
Direttore di scena Nicola Grimaudo 
Datore luci Pasquale Piccolo 
Fonico Paolo Vitale 
Macchinista Nunzio Romano 
Sarta Roberta Mattera 
Trucco Enza Di Maio 
Parrucco Ciro Di Maio 
Foto di scena Imma Di Lillo 
Scene realizzate da Alovisi 
Elementi di scena realizzati con il contributo dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone – cattedra di Scenografia,  allievi: Fabrizio Buzzini, Rebecca Celani, Miriam Farina, Niccolò Gabriele, Emanuela Pacifici, Natasha Scarselletta,  Laura Simeoni 
Tavole anatomiche di Girolamo Fabrici D’Acquapendente su concessione del Ministero dei Beni e delle Attività  Culturali e del Turismo – Biblioteca Nazionale Marciana. Divieto di riproduzione. 
Noleggio costumi Ro.Ca. Gi di Catello Russo 
Realizzazione calzature Triunfo 
Elementi di costume realizzati in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Firenze, Cattedra di Costume per lo  Spettacolo, coordinatore del progetto prof.ssa Cristina Giorgetti, allieva Valentina Mari 
Sarta realizzatrice Antonietta Maiellaro 
Fornitura luci Emmedue 
Produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale 
Produzione video: 
UNA PRODUZIONE TEATRO DI NAPOLI e MAD ENTERTAINMENT 

PRODUTTORE ESECUTIVO MOSAICON FILM
Produttore esecutivo per Mosaicon Film Andrea Leone Direttore di produzione Andrea Paradiso 
Segretaria di edizione Chiara Borzacchiello Direttore della fotografia Rocco Marra 
Operatore Guido Peluso 
Drone operator Cosimo D’Auria per Alicam srl Assistente operatore I macchina Luca Scarparo Assistente operatore II macchina Paolo Sabini Aiuto operatore / Data manager Pasquale Corrado Fonico di presa diretta Francesco Guarnaccia Microfonista Filippo Colonna Romano 
Montaggio e Color Correction Diego Liguori Missaggio audio The Ctrl Room di Giorgio Durantino

 

 

 

 

 

 
Prezzo: 5 euro
 
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
[i biglietti prenotati saranno acquistati ad apertura del botteghino, la sera stessa dell'evento]

 

Luogo
Villa Pignatelli
Riviera di Chiaia, 200 - 80121 Napoli