CALENDARIO

 

TEATRO   TOURNÉE   CINEMA   MUSICA  DANZA

Doppio Sogno XXI Edizione| LA GUERRA DEL FUOCO (La Guerre du Feu)
Lunedì 12 Luglio 2021, 08:30pm - 11:30pm
Visite : 52

lunedì 12 luglio ore 20.30

LA GUERRA DEL FUOCO (La Guerre du Feu)

regia Jean Jacques Annaud  

Francia/Canada – Colore – 1981 - 100 min.

Introduce Roberto D’Avascio, docente di Letteratura Inglese presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale" e di Storia del Teatro presso l'Università degli Studi di Salerno

 

 

 

Questo singolare film del regista francese Jean-Jacques Annaud apre la rassegna Doppio Sogno 2021 con un invito alla riflessione sulla natura dell’uomo, sulle origini dell’umanità intera, e sulla concezione stessa di Natura - come habitat e come creatrice - per come la si può ricostruire in base alle teorie etno-antropologiche e dallo studio dei reperti fossili e degli utensili rinvenuti nei siti archeologici dei vari continenti. 

Ambientato in una preistoria ipotetica, che possiamo collocare attorno al 75.000 A.C., il film - tratto dall’omonimo romanzo fantasy di J. H. Rosny -  prova a raccontare con grande arguzia quella che potrebbe essere stata la grande rivoluzione paleolitica, ipotizzando il momento storico in cui i gruppi di cacciatori-raccoglitori evolvono la loro cultura fondamentalmente nomade, attraverso  incroci esperienziali con altre realtà tribali, dando inizio all’età stanziale dei allevatori-coltivatori da cui si può far risalire il nostro attuale modello di società umana. I protagonisti del film fanno uso di un ipotetico linguaggio verbale definito Ulam - creato appositamente dallo scrittore Anthony Burgess, così come l’etologo Desmond Morris fornisce loro consulenza sul linguaggio gestuale - e sono interpreti di una vera e propria commedia umana, con momenti di gustosa ironia, ma che assieme istiga a una serissima riflessione umanistica e scientifica sul “come eravamo”, e quanto ancora resti in noi quell’uomo delle origini. L’antropologia, d’altra parte, nel fornire i codici delle strutture sociali, ci ricorda l’importanza fondamentale della tutela dei gruppi etnici arcaici, patrimonio culturale vivente da difendere, perché depositari della memoria ancestrale della nostra specie che non può andare perduta; a dispetto della scienza che guarda a Marte, non è imperativo essere tecnologicamente avanzati. Dal 1981, data di uscita del film, ad oggi, la genetica ha completato il sequenziamento del DNA facendo emergere il legame genealogico tra l’uomo dell’Era Fotonica e i suoi antenati primordiali; attraverso l’eredità dell’DNA mitocondriale trasmesso per via matrilineare è stata stabilita la continuità biologica diretta con i nostri progenitori ancestrali, ai quali siamo certamente più simili di quanto si supponga. 

 
 
 
Prezzo: 5 euro
 
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
[i biglietti prenotati saranno acquistati ad apertura del botteghino, la sera stessa dell'evento]

 

Luogo
Villa Pignatelli
Riviera di Chiaia, 200 - 80121 Napoli

 

Luogo Villa Pignatelli
Riviera di Chiaia, 200 - 80121 Napoli